Mi chiamo Rossana e sono una grafica, designer e copywriter, che a dirla così, passo per una di quelle persone che vogliono fare troppe cose ma che , in realtà, non ne fanno bene nessuna. In realtà, credo di essere piuttosto brava nel mio lavoro e, quel che più conta, il mio lavoro mi piace moltissimo. Sono quasi laureata in architettura (mi mancano 4 esami e non credo che li darò mai) e ho la maturità linguistica. Parlo bene inglese e francese, mentre il tedesco l’ho lasciato alle ortiche e lo spagnolo sto cercando di impararlo.

Essendo una vorace ed onnivora lettrice, qualche anno fa ho deciso di complicarmi ulteriormente la vita e, quindi, leggo in lingua originale gli autori anglofoni e francofoni. Sugli scaffali della mia libreria trovi fumetti (Calvin & Hobbes, Dilbert, The Far Side, Napoleone, Dampyr, Nathan Never, La Bambina Filosofica), classici della narrativa, romanzi contemporanei, saggi (soprattutto di storia) e poesia. I miei autori preferiti sono Mankell, Bryson, Montanelli, Eco, Vargas, Simenon, Shakesperare, McCall-Smith, Markaris, Enzensberger, Carofiglio tanto per citare quelli che mi tengono compagnia più spesso. Sono appassionata di letteratura per ragazzi e da piccola avrei voluto fare l’illustratrice. Non aver seguito questa strada seriamente è uno dei pochi rimpianti che ho, ma mi consolo abbondantemente facendo la bibliotecaria e lettrice volontaria alla Biblioteca della Strega Teodora allestita presso il reparto di pediatria del Policlinico di Modena.

Quando non lavoro e non leggo, mi piace andare in giro per le città del mondo (per ora poco mondo perchè le finanze sono quello che sono) a visitare i musei e tutto quello che di bello ha prodotto l’ingegno umano, andare sott’acqua, andare a camminare in montagna e a sciare. Vado spesso al cinema ma non sopporto i film sparatutto, horror e demenziali. Adoro i supereroi e i film della Pixar. Mi piace parlare con la gente. Soprattutto mi pace ascoltare la gente che ha cose interessanti da raccontare e buoni libri da consigliarmi.

Sono lieta di annunciare che giunta ai quarant’anni ho ancora spazio per cambiamenti nella mia vita e ho ancora molti sogni. Il primo che vorrei fare uscire dal cassetto è quello di lavorare con i bambini. Che so, aprire un doposcuola con biblioteca qui a Modena per aiutare i bambini a fare i compiti, farli partecipare a corsi di lingue e laboratori creativi. Ma l’idea più bella mi è venuta parlando con la mia amica Sandra, originaria dell’Honduras. Abbiamo discusso di quanto fosse impensabile che in certi paesi i bambini (ma anche gli adulti) non abbiano accesso alla cultura al di fuori della scuola (e spesso manca anche quella). Ancora più triste è che ai bambini venga negata la possibilità di conoscere altre culture, altri mondi, altri pensieri e altri sogni, di poter viaggiare con la fantasia e vivere le avventure di personaggi affascinanti e misteriosi. Abbiamo pensato al nostro piccolo contributo per rimediare a questa ingiustizia e ci siamo immaginate su persorsi polverosi e accidentati, con il nostro furgoncino colorato, a leggere e distribuire libri ai bambini che aspettano la nostra biblioteca ambulante sul ciglio della strada. Bella idea, vero? Vedremo cosa riusciamo a fare.

Nel frattempo mi dedico a raccontare la storia di Plutone e dei suoi fortunati abitanti che leggono tanto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: